Cos’è un freebie e come usarlo per aumentare gli iscritti alla tua newsletter


Questo articolo contiene link affiliati. Potrei ricevere una commissione sui prodotti che acquisterai in seguito ad un mio consiglio: per te il prezzo resterà uguale! Ti consiglierò sempre e solo prodotti di cui ho verificato la qualità.


Cos’è un freebie?

Tradotto dall’inglese, il termine freebie significa omaggio.
Un freebie è quindi un regalo che fai ai tuoi follower o ai tuoi lettori.

A cosa serve un freebie

Lo scopo di un freebie è quello di offrire un contenuto omaggio agli utenti in cambio di una determinata azione:

  • L’iscrizione alla tua newsletter
  • La condivisione di un contenuto su Instagram
  • L’acquisto di un determinato prodotto o servizio
  • La compilazione di un questionario

Invogliare gli utenti ad iscriversi alla tua newsletter attraverso un omaggio inviato tramite la tua email di benvenuto è un modo efficace per aumentare gli iscritti alla tua newsletter giorno dopo giorno.

Il tuo freebie potrà anche contenere informazioni riguardo al tuo business, ai tuoi servizi o ai tuoi prodotti, permettendoti di farti conoscere meglio dai tuoi utenti e di fidelizzare i tuoi lettori. 

Perchè non è un concorso

Creare un freebie è molto diverso dall’organizzare un concorso con un premio finale, che in tal caso sarà riservato solo ai vincitori.
Un freebie è un omaggio, e come tale verrà inviato a chiunque completi l’azione richiesta.

Per questo motivo un freebie dovrebbe sempre esser d’inviato al momento della richiesta, e non in una data prestabilita.

Esistono tuttavia alcune eccezioni, come ad esempio l’invito gratuito ad un webinar live: in questo caso, ovviamente, l’utente dovrà aspetta l’ora ed il giorno prestabiliti per usufruire del freebie… ma ti consiglio ugualmente di scaldare il tuo pubblico con una piccola sequenza di email inerenti la tematica trattata.

Idee ed esempi di freebie

Esistono diverse tipologie di freebie, e sarai tu a dover scegliere quella più adatta al tuo target di utenti:

  • Una guida in pdf
  • Una sequenza di email
  • Un video corso
  • Una checklist scaricabile
  • Un test
  • Un calendario etc…

I freebie vengono generalmente inviati manualmente, oppure tramite un servizio di email marketing in modo automatico: ti consiglio sempre di scegliere la modalità automatica, in quanto, se il tuo freebie dovesse ottenere i risultati sperati, inviarlo a mano a tutti gli utenti che lo richiederanno  potrebbe diventare davvero faticoso!

Io utilizzo MailerLite e mi trovo davvero molto bene: attraverso il sistema di email automatiche di MailerLite, lo scorso mese ho inviato ben 2940 email… senza dover muovere un dito!

MailerLite è gratuito fino a 1000 iscritti, e la funzione di email automatiche è disponibile anche nell’abbonamento gratuito: se lo desideri, puoi provarlo qui.

Come inviare un freebie con un servizio di email marketing

Per scoprire in prima persona come sia fatto un freebie e come venga inviato agli utenti, puoi richiedere la mia guida 107 idee per il tuo Business dal form che trovi qui sotto…. e che è ovviamente un freebie!

Come inviare un freebie in modo automatico

Il miglior modo per inviare un freebie in modo automatico a chi si iscrive alla tua newsletter è quello di impostare un sistema di email automatiche in MailerLite oppure all’interno del servizio di email marketing che hai scelto.

Ecco i passaggi necessari:

  • Crea il form di iscrizione alla tua newsletter
  • Crea un gruppo di utenti in cui verranno inseriti i nuovi iscritti
  • Crea un’automazione che invii l’email con il tuo freebie a chiunque si iscriva

Caratteristiche di un freebie

Affinché sia davvero utile al tuo business, il tuo omaggio dovrà anche essere utile al tuo pubblico.
Non riuscirai mai infatti ad attirare nuovi iscritti per la tua newsletter o nuovi follower per il tuo account Instagram se ti limiterai ad offrire in cambio qualcosa di poco valore.

Sicuramente creare un freebie ricco di valore aggiunto per il tuo target di utenti richiede progettazione, tempo e impegno, ma i risultati ti ripagheranno!

L’importanza del target

Quando progetti il tuo freebie, poniti sempre questa domanda fondamentale: cosa può davvero interessare ai miei potenziali clienti?

Il tuo omaggio dovrà infatti essere unico e irresistibile!
Solo in questo modo riuscirai infatti a stimolare l’interesse di chi – in un futuro magari non troppo lontano – potrebbe realmente diventare un tuo cliente.

Cercare di creare un freebie che interessi a tutti potrà magari portare qualche iscrizione in più alla tua newsletter, ma che valore hanno i tuoi iscritti se non sono interessati a ciò che hai da offrire?

CONSIGLIO #1 Crea un freebie che sia davvero interessante e desiderabile per il tuo target di potenziali clienti.

Offri valore aggiunto con il tuo freebie

Un freebie davvero efficace deve far sentire i tuoi lettori come se stessero aprendo un pacco la mattina di Natale: felici ed entusiasti!

Se conosci bene il tuo target, sarai sicuramente in grado di creare qualcosa che possa scatenare questa emozione.
Prova a pensare a quali siano le domande che ti vengono poste più spesso, o quali fossero i tuoi dubbi quando hai iniziato ad appassionati a ciò che poi è diventato il tuo business: quello è il freebie che stai cercando!

Non limitarti inoltre a fornire informazioni superficiali, ma sii il più esaustivo e professionale possibile.
Nonostante un freebie sia un contenuto gratuito, il suo scopo è anche quello di trasmettere agli utenti il tuo valore e le tue capacità.
Un omaggio ben congegnato ti porterà molti più clienti rispetto ad un freebie pieno di lacune, fidati di me! 

CONSIGLIO #2 Crea il tuo freebie con la stessa cura che useresti se fosse un prodotto a pagamento!

Mantieni il tuo stile

Il tuo freebie dovrà far parte in tutto e per tutto del tuo business, compresa la  parte di presentazione grafica.

Utilizza gli stessi colori e gli stessi caratteri presenti nel tuo sito o nel tuo blog, e non lasciare nulla al caso: anche i particolari sono importanti.
È fondamentale che ogni utente associ una determinata immagine al tuo brand, al fine di poterti riconoscere all’interno della concorrenza e di identificare i tuoi contenuti come contenuti di valore.

Non dimenticare inoltre di aggiungere link e collegamenti ai tuoi contenuti migliori!

CONSIGLIO #3 Mantieni l’immagine coordinata del tuo brand!

Come creare un freebie

A seconda della tipologia di freebie che avrai deciso di creare e offrire ai tuoi utenti, potrai utilizzare diversi strumenti.

Creare una sequenza di email

Il metodo più semplice per inviare un freebie ai tuoi lettori è quello di inviare una sequenza di email contenenti lezioni, informazioni o contenuti esclusivi.

Per farlo io ti consiglio di utilizzare MailerLite: potrai progettare e inviare una sequenza di email in modo gratuito e automatico!

Crea un file pdf

Un altro grande classico è la creazione di un file pdf, particolarmente indicata per l’invio di planner, calendari e guide in generale.

Puoi creare i tuoi pdf con Word (Windows) o Pages (Mac) se hai una buona conoscenza dei programmi, oppure sfruttare i template di Canva.

Potrai in seguito caricare il tuo pdf sul tuo sito web come file media, oppure su Google Drive, ed inviare il link per scaricarlo nella tua email di benvenuto.

Crea un video

Anche un video può essere un omaggio molto apprezzato.
In questo caso, dovrai realizzare il tuo video e caricarlo su una landing page (puoi crearne una con MailerLite) o su una pagina nascosta del tuo sito, inviando tramite email il link per l’accesso.

CONTENUTO #4 Scegli il formato che più si adatta al tipo di contenuto che hai scelto di creare!

La struttura di un freebie

Ogni tipologia di freebie ha bisogno di una sua specifica struttura.
Dopo aver pensato a quale contenuto offrire ed a quale formato scegliere per creare il tuo omaggio, dovrai creare la struttura dei contenuti.

Parla del tuo brand

Prima di affrontare l’argomento scelto per il tuo freebie, trova un piccolo spazio per presentarti e per presentare il tuo brand o il tuo blog: agli utenti piace sempre sapere che stanno parlando con una persona vera!

Inoltre, introdurre ciò che fai potrebbe incuriosire maggiormente i tuoi nuovi lettori, ed indurli a  voler approfondire la tua conoscenza… il che è sempre un ottimo passo nella strada per trasformare uno sconosciuto in un cliente!

Invita all’azione

Per essere più efficace, un buon freebie dovrebbe spronare l’utente a compiere un’azione pratica: questo aiuterà ad imprimere l’immagine del tuo brand nella sua mente ed associarla a qualcosa di positivo!

Call to action!

La ormai famosissima CTA!
Come già accennato, un freebie non è mai un omaggio fine a se stesso, ma porta con sé uno scopo ben preciso.

Fai sempre in modo che sia un punto di partenza, e non un punto di arrivo per i tuoi utenti.
Invogliali a scoprire nuovi contenuti all’interno del tuo blog o del tuo sito, o invogliali a farti domande pin specifiche.

Spesso gli utenti hanno bisogno di sentirsi coinvolti, ma attenzione a non oltrepassare il confine tra coinvolgimento e imposizione.
La tua call to action dovrà essere spontanea e discreta.

Aggiungi i tuoi recapiti

Un grosso errore che puoi commettere all’interno del tuo freebie è quello di non inserire il tuo sito web o i tuoi recapiti, specificando in modo chiaro che sono lì per essere utilizzati.

CONSIGLIO #5 Rendi il tuo freebie un vero e proprio biglietto da visita in grado di raccontare il tuo brand e la tua professionalità!

Errori da evitare

L’entusiasmo di creare un freebie e di iniziare a vedere nuovi utenti iscriversi alla tua newsletter non deve portarti a creare un freebie di scarsa qualità o con gravi lacune: in questo caso, avrai solo perso moltissimo tempo ed una buona occasione per fare bene le cose!

Il contenuto è banale

Il più grosso errore che puoi commettere creando il tuo freebie è quello di offrire un contenuto banale e facilmente reperibile altrove, magari in modo più accessibile.

Se commetterai questo errore, nessuno richiederà il tuo freebie, e nessuno si iscriverà alla tua newsletter.

La qualità è scarsa

Se vuoi ottenere ottimi risultati, crea un freebie di ottima qualità.
Nel caso tu non sapessi come realizzare ciò che hai in mente, prenditi qualche giorno per imparare, oppure pensa ad una soluzione alternativa… ma non di qualità minore!

Non dimenticare mai che gli utenti valuteranno la tua professionalità anche dal tuo freebie.

È difficile da ottenere

Un omaggio non dovrebbe mai essere troppo difficile da ottenere.
Il mio consiglio è quello di programmare un’email automatica che parta non appena la richiesta del freebie viene inviata, contenente in modo chiaro le istruzioni per ottenerlo.

Quando crei il form di iscrizione alla newsletter in cui offri il freebie inoltre, non chiedere troppi dati: nome e indirizzo email saranno sufficienti. Nessuno ha voglia di compilare un modulo anagrafico completo!

Nell’immagine qui sotto puoi vedere come, quando un utente richiede il mio freebie 107 Idee per il tuo Business, il sistema di email automatiche di MailerLite gli invii in modo immediato un’email di benvenuto contenenti le istruzioni per scaricare il freebie (se l’hai richiesto, ti sarà già arrivata!).

Come promuovere il tuo freebie

Quando avrai creato il tuo contenuto gratuito e sarai pronto per raccogliere nuove iscrizioni, non ti resta altro da fare che mostrarlo agli utenti!
Ecco cosa puoi fare per far in modo che i tuoi potenziali clienti in target trovino il tuo freebie:

  • Inserisci il tuo freebie all’intento degli articoli del tuo blog che trattano lo stesso argomento
  • Crea un pop-up per il tuo sito
  • Crea un pin da pubblicare su Pinterest
  • Inserisci il tuo freebie nella link in bio di Instagram

CONSIGLIO #6 Promuovi il tuo freebie solo dove è davvero rilevante per aumentare gli iscritti alla tua newsletter!

Crea un Mokeup

Uno dei modi migliori per ingolosire gli utenti e spingerli a richiedere l’omaggio che hai preparato per loro, è quello di mostrargli una piccola anteprima.

Un mokeup è una ricostruzione grafica di tutti i contenuti che gli utenti potranno ricevere in omaggio iscrivendosi alla tua newsletter, e la sua efficacia è sempre molto alta.

Se non sai come creare un mokeup per il tuo freebie, ti consiglio di dare un’occhiata al sito www.placeit.net, che ti permetterà di creare i tuoi mokeup in modo facile e professionale.

Informazioni sull’autore


SARA ANFOSSI

Sara Anfossi
Ciao sono Sara, la fondatrice di Breakfast Busyness.
Ti aiuto a trasformare il tuo blog in un business insegnandoti a pensare come pensano i tuoi clienti. Scopri di più.