Come aumentare le vendite di merchandising agli allievi della tua scuola


Questo articolo contiene link affiliati. Significa che riceverò una piccola commissione sui servizi o prodotti che acquisterai in seguito ad un mio consiglio, ma non preoccuparti: per te il prezzo resterà uguale!
E non dimenticare: ti consiglierò sempre e solo prodotti e servizi  in cui credo davvero e di cui ho verificato personalmente la qualità!


Se sei proprietario di una palestra, di una scuola o di un’accademia, che sia di danza, di ballo, di teatro, di cucina o di qualsiasi altra disciplina, sai già quanto sia appagante vedere i tuoi allievi acquistare ed indossare con orgoglio il merchandising della tua attività.

Creare e vendere merchandising e prodotti contraddistinti dal marchio della tua scuola o della tua palestra non è però utile solo ad alimentare la tua soddisfazione personale, al contrario porta con se molti altri benefici:

  • Guadagno. Innanzitutto, affiancare alla vendita di corsi e servizi quella di prodotti fisici è un ottimo modo per aumentare le entrate ed i guadagni.
  • Promozione. Un allievo che indossa un capo con il tuo logo o che sfoggia un prodotto legato alla tua scuola, ti sta indirettamente facendo pubblicità gratuita, e questo è ovviamente molto positivo!
  • Appartenenza. Un altro grande potere del merchandising è quello di rendere i tuoi allievi maggiormente legati alla tua scuola, facendoli sentire parte di un gruppo ed aumentando l’attaccamento alla tua struttura: possiamo chiamare questo fenomeno “effetto divisa”.
  • Professionalità. Grazie al merchandising, i potenziali allievi della scuola percepiranno un ambiente più professionale e consolidato. Anche le immagini ed i video delle lezioni risulteranno più efficaci se i partecipanti indosseranno indumenti originali e con il logo della struttura.

Trovare nuovi metodi e nuove tecniche per aumentare le vendite del merchandising all’interno della tua scuola può quindi fare davvero la differenza!

Cosa compreranno davvero gli allievi della tua scuola?

Il primo passo per vendere più merchandising agli allievi della tua scuola… è capire quali prodotti proporre.

Una buona strategia è quella di individuare i capi di abbigliamento o gli oggetti necessari a svolgere i corsi: i futuri allievi dovranno acquistarli ugualmente, e sarà quindi  più alta la probabilità che scelgano di farlo direttamente da te.
Se gestisci una scuola di ballo ad esempio, è molto più probabile che i tuoi allievi abbiano voglia e necessità di acquistare una borraccia o un borsone, rispetto ad una tazza o un porta matite.

CONSIGLIO #1 Crea prodotti di cui i tuoi allievi non potranno fare meno!

Metti(ti) in mostra!

Un altro passaggio fondamentale è sicuramente la promozione del tuo merchandising. Affinché i tuoi allievi acquistino gli oggetti ed i prodotti della tua scuola, sarà infatti necessario presentarli e renderli desiderabili.

So bene che tra organizzare corsi e lezioni, gestire i calendari ed i docenti e magari anche insegnare, dover anche trovare il tempo per promuovere il merchandising può sembrare una missione impossibile, ma ho una bellissima notizia per te: la promozione migliore che potrai fare ai tuoi prodotti è semplicemente quella di indossarli ed utilizzarli mentre stai lavorando!

Infatti, creare grafiche, locandine e post sui social si limita ad informare i tuoi allievi dell’esistenza dei prodotti, senza far scattare alcuna scintilla emozionale.
Al contrario, indossare ed utilizzare quotidianamente i prodotti con il logo della tua scuola, li renderà affascinanti e desiderabili.
Non solo sarà infatti più facile che gli allievi li notino, ma andrai a stimolare la loro voglia di sentirsi parte attiva della scuola e di un gruppo consolidato.

Chiedi ai docenti ed ai collaboratori della tua scuola di indossare ed utilizzare il merchandising ufficiale durante le ore di lavoro: la voglia di emulazione farà aumentare le tue vendite con effetto quasi immediato!

CONSIGLIO #2 Chiedi al tuo staff di indossare ed utilizzare il merchandising della tua scuola ogni giorno!

Se vuoi approfondire questa tematica, ti consiglio di leggere assolutamente il libro Neuromarketing di Martin Lindstrom. Si tratta di un testo molto semplice e scorrevole, ma davvero illuminante riguardo ai processi mentali che rendono le diverse forme di pubblicità più o meno efficaci.

Fidati di me, non avere paura del titolo altisonante: Neuromarketing di Martin Lindstrom è una lettura piacevolissima e breve, che cambierà il tuo approccio alla vendita!

Rendi la tua vetrina un passaggio obbligato

Un grande errore che vedo commettere spesso all’interno di scuole e palestre quando si parla di merchandising, è quello di allestire la “vetrina” con i prodotti in un angolo secondario della struttura, se non addirittura oltre il bancone della reception, dove gli allievi non possono entrare.

Sarà infatti molto difficile che qualcuno si avvicini agli oggetti in vendita se quest’ultimi si trovano fuori da ogni percorso obbligato (ovvero, lo spazio da percorrere necessariamente dall’ingresso alla sala dove si svolgono le lezioni) o se – addirittura – si trovano in un’area a loro non accessibile, impedendogli così inoltre di toccare i prodotti con mano.
Molte persone infatti rinunceranno all’acquisto ancora prima di averlo preso in considerazione, se dovranno chiedere per poter visionare l’oggetto di potenziale interesse.

Prova ad allestire uno spazio per la vendita del merchandising in un’area di passaggio obbligato, oppure nella sala d’aspetto: sarà molto più facile per i tuoi allievi notare il merchandising della scuola ed iniziare a desiderarlo!

Attenzione! Anche posizionare i tuoi prodotti sul bancone della segreteria potrebbe non essere una mossa efficace: se un cliente è impegnato a prenotare o pagare una lezione, difficilmente si lascerà distrarre da una maglietta!

CONSIGLIO #3 Posiziona il merchandising dove i tuoi allievi non potranno fare a meno di notarlo!

Dai al tuo negozio un aspetto professionale

Oltre alla posizione, anche l’aspetto del tuo negozio è di fondamentale importanza. Se vuoi infatti che la vendita del merchandising sia costante e remunerativa, dovrai presentare i tuoi prodotti in modo professionale e curato, senza limitarti ad appoggiare i prodotti su un tavolo o appenderli ad una gruccia.

Cerca sempre di utilizzare espositori che si sviluppano in verticale: in questo modo, non solo li renderai più visibili anche da lontano, ma sfrutterai meglio lo spazio a tua disposizione e lo renderai più simile ad un vero e proprio punto vendita.

Un altro consiglio è quello di scegliere espositori personalizzati con il tuo logo o una frase che rappresenti la tua scuola.
Non preoccuparti: non è costoso e complesso come sembra e farai un figurone assicurato!
Ti consiglio ad esempio questo modello personalizzabile: non dovrai far altro che caricare il tuo logo e lo riceverai in pochi giorni.

CONSIGLIO #4 Utilizza espositori professionali e personalizzati per esporre il tuo merchandising!

Segui le stagioni

Adesso che hai allestito lo spazio perfetto per mettere in mostra il tuo merchandising e che lo hai posizionato in un’area strategia e di passaggio, hai il compito di mantenerlo vivo!

Il tuo punto vendita diventerà infatti ben presto “invisibile” agli occhi della maggior parte degli allievi, se non ne modificherai l’allestimento periodicamente. In questo modo, non solo i tuoi allievi saranno attratti dalla novità, ma potrai sfruttare il potere delle stagioni e delle feste per attivare stimoli emozionali. Le possibilità sono infinite, alcuni esempi di allestimento a tema possono essere:

  • Gennaio: allestimento a tema inverno
  • Da Marzo a Maggio: allestimento a tema primavera
  • Da metà Novembre: allestimento a tema natalizio
  • Da giugno: allestimento a tema estivo
  • E non dimenticare… festa della mamma, festa del papà ed allestimenti dedicati alle discipline che vengono insegnate nella tua scuola!

Non farti spaventare dal grande lavoro che sembra nascondersi dietro un allestimento in continuo cambiamento: a volte è sufficiente modificare l’ordine di esposizione dei prodotti e/o aggiungere qualche oggetto di uso comune per ricreare un nuovo mood.

Non dimenticare inoltre che la regola per una gestione semplice ed efficace della tua scuola è sempre avere una buona pianificazione: pianifica le tematiche dei tuoi futuri allestimenti e le date in cui dovrai modificarli con almeno 6 mesi d’anticipo… e sarà tutto più facile!

CONSIGLIO #5 Modifica periodicamente l’allestimento dell’area dedicata al merchandising!

Prezzi trasparenti

Ai clienti piace sapere quanto costa un prodotto, senza doverlo chiedere.
Non dimenticare di indicare i prezzi dei singoli oggetti in modo chiaro e visibile sotto allo scaffale dedicato.

Così non solo i clienti si sentiranno più liberi di scegliere se e quali prodotti acquistare senza essere costretti a chiedere informazioni, ma eviterai anche che qualche allievo li prelevi senza pagare, pensando che siano omaggi gratuiti (sì, succede!).

CONSIGLIO #6 Esponi sempre i prezzi dei tuoi prodotti!

Crea oggetti unici ed emozionali

Quando progetti un nuovo prodotto per il merchandising della tua scuola, non limitarti a far stampare il logo della struttura sugli oggetti.
Non tutti gli allievi infatti saranno attirati dall’idea di indossare capi con stampato un semplice marchio; quello che invece sarà irresistibile per chiunque è un prodotto che mostri la passione che li ha portati ad iscriversi ai tuoi corsi.

Un buon esempio è questa maglietta: quale ballerina non la vorrebbe?
Ti consiglio ugualmente di creare sempre oggetti, frasi e grafiche originali, senza copiare ciò che è già stato fatto da altri. In questo modo non solo renderai la tua scuola unica e riconoscibile, ma avrai la libertà di esprimere a pieno la sua essenza.

Hai mai pensato per esempio di creare una linea di braccialetti o di adesivi per celebrare i passaggi di corso e di livello dei tuoi allievi?

CONSIGLIO #7 Crea prodotti che accendano le emozioni e la passione dei tuoi allievi!

Sfrutta la quota di iscrizione

Molte scuole e palestre richiedono una quota di iscrizione da versare una tantum o annualmente. Se anche la tua struttura rientra tra queste, potresti valutare la possibilità di regalare un prodotto a fronte del pagamento dell’iscrizione.

Ovviamente, si tratterà di una vendita mascherata da regalo: dovrai fare in modo di includere il prezzo dell’oggetto in questione nella quota versata, andando così ad ottenere un guadagno.
In questo modo non solo aumenterai le vendite del tuo merchandising, ma contribuirai anche ad innescare la pubblicità “involontaria” degli allievi che indosseranno i tuoi capi durante le lezioni o fuori dalla scuola.

Una buona tecnica può essere quella di far scegliere gli allievi tra diversi omaggi: per alcuni la scelta sarà così ardua da indurli a comprare i prodotti non scelti entro poche settimane!

CONSIGLIO #8 Usa la quota di iscrizione per vendere un prodotto ad ogni nuovo allievo iscritto!

Mantieni sempre la situazione sotto controllo

L’ultimo consiglio che voglio darti al fine di aumentare le vendite del tuo merchandising è meno appariscente dei precedenti, ma altrettanto importante.

Dovrai infatti prestare molta attenzione alla gestione dei tuoi prodotti ed al riassortimento dei modelli e delle taglie in esaurimento.
Troppo spesso chi gestisce una scuola di formazione non tiene traccia delle vendite dei prodotti, rischiando così di non avere un effettivo controllo sulle giacenze e sulle disponibilità: la possibilità che un allievo scelga di non acquista più un prodotto se non è disponibile nell’immediato è decisamente alta, soprattutto se non sarai in grado di indicare una data certa di arrivo.

Mantenere un database aggiornato dei prodotti disponibili e di quelli venduti ti permetterà inoltre di valutare in modo chiaro ed inequivocabile quali siano quelli più richiesti e quali quelli più redditizi, aiutandoti a comprendere meglio da dove derivino gli effettivi guadagni della tua scuola.

CONSIGLIO #9 Mantieni un database aggiornato dei prodotti disponibili, suddiviso per taglie e modelli.

Hai altre idee per aumentare le vendite di merchandising nella tua scuola?
Qual è il tuo prodotto preferito?

Share your thoughts