A cosa serve una newsletter – Come e perchè creare una mailing list


Questo articolo contiene link affiliati. Potrei ricevere una commissione sui prodotti che acquisterai in seguito ad un mio consiglio: per te il prezzo resterà uguale! Ti consiglierò sempre e solo prodotti di cui ho verificato la qualità.


Se hai un sito, un blog o un negozio, probabilmente hai una newsletter.
Se non hai una newsletter, probabilmente stai pensando di aprirla.

Ma a cosa serve davvero una newsletter?
È davvero necessario investire tempo ed energie nella crescita giornaliera della tua mailing list?
La risposta è decisamente sì.

Cos’è una mailing list

Una mailing list è una lista di indirizzi email dei tuoi clienti e potenziali clienti in target.
Non si tratta quindi solo di nominativi, ma di contatti realmente interessati al tuo brand o al tuo blog.

L’invio regolare di newsletter ed una strategia di crescita automatica della tua mailing list ti permettono infatti di mantenere con il tuo pubblico un rapporto diretto e costante, e rappresentano uno dei tasselli fondamentali della tua strategia di crescita: quello che viene definito email marketing.

Esistono moltissimi servizi di email marketing per permetterti di creare, crescere e gestire una mailing list, io ti consiglio sicuramente MailerLite (ho utilizzato Mailchimp per anni, ma con MailerLite mi trovo decisamente molto meglio, e la mia lista continua a crescere!).

CONSIGLIO #1 Imposta la tua strategia di email marketing in modo che la tua mailing list sia formata solo da contatti realmente interessati al tuo brand: avere contatti non in target, è molto peggio che non averli.

La tua mailing list è solo tua

Il primo grandissimo ed insostituibile vantaggio dell’avere una mailing list, è il fatto che la tua mailing list è e sarà per sempre solo tua.
Creare una community sfruttando i social media (Instagram, TikTok, gruppi Facebook, Pinterest) è infatti un ottimo modo per accrescere la popolarità del tuo brand e fidelizzare i clienti, ma non potrà mai garantirti una totale autonomia di comunicazione con il tuo pubblico.

Sono infatti gli algoritmi delle diverse piattaforme a stabilire quando e da chi il tuo contenuto verrà visto, imponendoti di fatto di doverti adattare a regole esterne.

Inoltre, i diversi social media potrebbero gradualmente perdere importanza, o addirittura chiudere improvvisamente, rendendo tutti i tuoi sforzi passati inutili.

CONSIGLIO #2 Fai in modo che tutti i tuoi clienti e tutti i tuoi follower sui social media si iscrivano alla tua mailing list: non solo non rischierai di perderli, ma potrai offrire loro contenuti di valore in modo costante!

Contatto diretto e personale

Quando invii una newsletter, scrivendo una sola email avrai la possibilità di raggiungere centinaia, migliaia di persone!
Tuttavia, ogni lettore riceverà la tua email senza sapere quanto grande sia la tua lista, e la leggerà come una comunicazione personale.

Questo non è possibile sui social media e sul tuo sito web, dove i contenuti sono appositamente creati per essere condivisi e commentati da un gruppo di persone: la tua community!

Ricevendo la tua newsletter, ogni utente avrà quindi la sensazione di parlare direttamente con te, e questo ti permetterà di sfruttare una sola email per creare un contatto unico e personale con tutti i tuoi lettori.

CONSIGLIO #3 Usa un linguaggio informale nelle tue newsletter, scrivi le tue email come se stessi scrivendo ad un amico, e non dimenticare di aggiungere – almeno ogni tanto – una richiesta di risposta: rimarrai sorpreso dalle risposte affettuose dei tuoi lettori!

Mostra il tuo valore

All’interno delle tue newsletter avrai la possibilità di mostrare tutto il tuo valore, concentrandoti solo sui punti di forza del tuo band e comunicando nello stile e nella forma che meglio si adattano al tuo business.

Comunicare il tuo valore è infatti molto importane, soprattutto quanto un potenziale cliente viene a contatto con il tuo brand per la prima volta.
È proprio per questo motivo che la creazione della tua mailing list deve sempre partire da:

  • Un freebie in target e di qualità
  • Una sequenza di email di benvenuto 

In questo modo potrai mostrare subito tutto il tuo valore, e soprattutto farlo senza alcuno sforzo: il processo sarà completamente automatizzato!

CONSIGLIO #4 Crea un freebie o un’offerta di benvenuto per invogliare gli utenti ad iscriversi alla tua mailing list, e progetto una sequenza automatica di email di benvenuto.

Una mailing list, tanti gruppi

Nel creare e costruire la mailing list del tuo brand, potrai suddividere i tuoi clienti e potenziali clienti in gruppi.

Questa funzione, che inizialmente può sembrare utile solo a migliorare l’organizzazione dei contatti che hai raccolto, è in realtà un potente strumento di marketing: suddividere i tuoi contatti in gruppi in base agli interessi, all’età, agli acquisti o a qualsiasi altro parametro possa adattarsi al tuo brand, ti permetterà di inviare a ciascun lettore una comunicazione personalizzata, basata esattamente su ciò che può essere di suo interesse.

Non sarebbe bello se tu fossi in grado di inviare ad ognuno dei tuoi lettori proprio la mail giusta nel momento giusto?

CONSIGLIO #5 Identifica da subito i diversi gruppi in cui suddividere i tuoi contatti, e sfrutta la possibilità di inviare newsletter personalizzate per ogni gruppo!

Se utilizzi un freebie o un’offerta di benvenuto per raccogliere le iscrizioni, puoi rendere automatica la suddivisione in gruppi degli iscritti: ad ogni modulo di iscrizione, corrisponderà un solo gruppo di destinazione!

Aumento del traffico

Avere una newsletter significa anche portare traffico diretto sul tuo sito web o sul tuo blog. Se saprai costruire un buon calendario editoriale per le tue newsletter – e saprai integrarle al meglio all’interno della tua strategia di crescita – ogni email inviata genererà visite alle pagine del tuo sito, aumentando la tua possibilità di monetizzazione e conversione.

A differenza dei social media infatti, che garantiscono risultati e click più altalenanti e generalmente la possibilità di inserire un solo link associato ad ogni contenuto, una newsletter ti permette di inviare diversi link con una sola email, aumentando le possibilità di portare i lettori sul tuo sito web.

CONSIGLIO #6 Per portare i lettori delle tue newsletter sul tuo blog o sul tuo sito, non limitarti ad inserire nelle email i link ai tuoi ultimi articoli o prodotti: crea contenuti interessanti e percorsi informativi per gli utenti, sfruttando anche articoli e pagine meno recenti.

Aumento delle conversioni

Quando si parla di marketing online, una conversione è quando un utente compie una determinata azione: una vendita, un click su un’affiliazione, l’iscrizione ad un evento etc…

Una buona strategia applicata alla tua mailing list è in grado di aumentare considerevolmente le tue conversioni.
Sarà infatti proprio la natura personale e targettizzata delle tue newsletter che ti permetterà di condurre l’utente giusto nel posto giusto, presentandogli un prodotto, un articolo o un evento che siano davvero di suo interesse.

E questo ovviamente, vuol dire guadagnare più soldi.

CONSIGLIO #7 Non basare le tue newsletter sull’obiettivo di vendere, ma non dimenticarti che stai gestendo un business: crea un strategia in grado di condurre l’utente dove vuoi tu.

A cosa non serve una newsletter

Le newsletter sono uno degli strumenti di marketing che spesso vengono sfruttati peggio e non al pieno delle potenzialità, e questo accade perchè moltissimi freelance, blogger o artigiani pensano ancora che lo scopo delle newsletter sia quello di inviare aggiornamenti, novità e sconti.

Sicuramente questo deve essere uno degli scopi delle tue newsletter, ma sicuramente non deve essere l’unico, e neanche il principale.
Se vuoi davvero che le tue newsletter costituiscano un pilastro della tua strategia di crescita, ricordati sempre di aggiungere valore alle tue email, e di non limitarle ad un “volantino” con aggiornamenti.

CONSIGLIO #8 Rendi le tue newsletter un contenuto esclusivo che non possa essere già trovato sul tuo sito o sul tuo blog!

Come creare una newsletter

Per crescere ed essere efficace, una buona mailing list ha bisogno di diversi elementi:

  • Un form per l’iscrizione
  • Un freebie o un’offerta di benvenuto
  • Un sequenza automatica di email di benvenuto
  • Un buona divisione degli utenti in gruppi
  • Una o più landing page

Con un po’ di impegno iniziale, sarà possibile creare una macchina che funzioni con il pilota automatico: la tua mailing list crescerà (quasi) da sola, e tu dovrai preoccupati solo di scrivere le tue newsletter.

Il miglior servizio di email marketing è a mio parere MailerLite, meno famoso per ora di Mailchimp, ma molto più pratico ed efficace.

MailerLite offre tutto ciò di cui hai bisogno nella sua versione gratuita, all’interno della quale potrai anche testare le funzioni premium, che personalmente adoro e consiglio sempre, come la possibilità di creare pop-up informativi e la click map per le tue email.

Puoi aprire il tuo account MailerLite da qui.
Scegliere il giusto servizio di email marketing è fondamentale per il successo della tua mailing list!

E se la tua newsletter proprio non riesce a crescere come vorresti, scopri perchè nessuno si iscrive alla tua newsletter!

Informazioni sull’autore


SARA ANFOSSI

Sara Anfossi
Ciao sono Sara, la fondatrice di Breakfast Busyness.
Ti aiuto a trasformare il tuo blog in un business insegnandoti a pensare come pensano i tuoi clienti. Scopri di più.